Un altro positivo nella struttura per anziani Villa delle Palme a Villafrati. E’ un infermiere residente nel comune di Villabate risultato positivo al Coronavirus.

Il sanitario di circa 40 anni è in servizio presso la residenza sanitaria assistenziale che nei giorni scorsi è diventata un focolaio, trasformando Villafrati in zona rossa.

L’uomo, in quarantena nella propria abitazione già da una settimana, sembrerebbe essere in discrete condizioni generali e non avrebbe manifestato alcun sintomo.

A confermarlo il sindaco Vincenzo Oliveri che ha già attivato tutte le procedure previste dal protocollo: “Abbiamo rintracciato tutte le persone entrate in contatto con il nostro concittadino – spiega il sindaco – e adesso ci sono 12 famiglie in isolamento in attesa di essere sottoposte a tampone. Negli ultimi giorni abbiamo già sanificato il municipio, le scuole, il mercato ortofrutticolo e altri edifici pubblici ma presto procederemo con un nuovo giro d’interventi”.

Il primo cittadino ha poi aggiunto che quello dell’infermiere è l’unico caso emerso fra i primi cinque tamponi faringei cui sono stati sottoposti altrettanti abitanti di Villabate. Un altro cittadino è risultato positivo ma, spiega il sindaco Oliveri, dopo la conferma ottenuta con i test non avrebbe messo piede nel comune alle porte di Palermo. Si tratta di un altro operatore sanitario in servizio alla Rsa di Villafrati, che ora si trova in isolamento al “Covid hospital” di Partinico.

Aumentano così i casi di contagio nella Rsa. Al momento i dipendenti positivi sono 26 e 50 gli anziani assistiti. Di questi 9 sono ricoverati al Covid di Partinico. Un uomo di 90 anni è morto nei giorni scorsi.