La Guardia di Finanza è tornata nella sede del Palermo Calcio nell’ambito dell’ indagine in cui si ipotizzano i reati di falso in bilancio, appropriazione indebita, riciclaggio e autoriciclaggio.

Gli investigatori, a quanto si apprende, starebbero acquisendo documentazione.

Il 7 luglio scorso le Fiamme Gialle avevano eseguito una serie di perquisizioni nella sede della società sportiva.

In quell’occasione i controlli avevano riguardato anche gli uffici del gruppo Zamparini e l’ abitazione del presidente Maurizio Zamparini.

Intanto ieri, a causa della protesta di un gruppo di circa 300 tifosi, è stato necessario sospendere gli allenamenti del Palermo Calcio alo campo Tenente Onorato.