Si svolgeranno oggi alle 15 nella chiesa di San Giuseppe, a Pioppo i funerali di Angelo Marceca e Giacomo Guardì di
19 anni e Giosuè Guardì di soli 16 anni i tre ragazzi morti nel drammatico incidente di ieri notte avvenuto mentre tornavano a casa, proprio a Pioppo, dopo una serata nel Palermitano.

Versa ancora in condizioni gravissime all’ospedale Civico di Palermo, invece, il quarto occupante della Opel Corsa finita fuori strada contro un muro ovvero Gabriele Di Liberto, 19 anni, ricoverato in rianimazione.

I quattro erano a poche decine di metri da casa di uno dei passeggeri. Al chilometro 15 della statale, che da Palermo porta a Partinico, è avvenuta la tragedia. I soccorritori parlano di scene raccapriccianti, l’auto era accartocciata e per estrarre i corpi e’ stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Le indagini sono condotte dai carabinieri.
Erano tutti studenti: Angelo, Giacomo e Gabriele frequentavano l’istituto per geometri Filippo Parlatore di
Palermo. Giosuè era iscritto al professionale Mario Orso Corbino di Partinico. Il nonno di Angelo Marceca è stato sindaco di Monreale; il padre Giuseppe lavora al 118 e gli è toccato di assistere a una scena terribile. I genitori dei cugini Guardì sono operai precari alla Forestale; il papà di Diliberto lavora nel Corpo forestale come ispettore.
Il sindaco della vicina Monreale, Piero Capizzi, è stato sul luogo dell’incidente e ha fatto visita alle famiglie coinvolte
in questa tragedia; sta valutando se proclamare il lutto cittadino.

Sui social network la disperazione degli amici che ricordano le tre vittime e cercano di incoraggiare il gravissimo ferito. In corso le indagini per spiegare le cause del terribile scontro