Sarà Letizia Battaglia la prossima illustre ospite del penultimo appuntamento con World Press Photo, la mostra internazionale di fotografia del più grande concorso di foto-giornalismo che per il terzo anno fa tappa a Palermo.

Un gigante della fotografia ma anche del giornalismo italiano in mezzo alle fotografie più belle del mondo.  Alle ore 18.30 di sabato 28 settembre a Palazzo Drago, l’artista che oggi dirige il Centro Internazionale di Fotografia dialogherà insieme a Roberto Timperi racconterà oltre un cinquantennio di storia della città. A moderare l’incontro sarà Totò Rizzo, giornalista e autore teatrale.

Letizia Battaglia inizia la sua carriera nel 1969 collaborando con il giornale palermitano L’Ora. Nel 1974 con Franco Zecchin crea l’agenzia “Informazione fotografica”, frequentata da Josef Koudelka e Ferdinando Scianna. Nel 1974 si trova a documentare l’inizio degli anni di piombo nella sua Palermo, scattando foto eccellenti dei delitti di mafia. Il suo archivio racconta l’egemonia del clan dei Corleonesi. Sono suoi gli scatti all’hotel Zagarella che ritraggono gli esattori mafiosi Salvo insieme a Giulio Andreotti e che furono acquisiti agli atti per il processo. Il 6 gennaio 1980 è la prima fotoreporter a giungere sul luogo della strage dove venne assassinato Piersanti Mattarella. Suo lo scatto “La bambina con il pallone”, realizzato nel quartiere palermitano della Cala che fa il giro del mondo. È stata inoltre la prima donna europea a ricevere nel 1985, ex aequo con l’americana Donna Ferrato, il premio Eugene Smith. Dal 2017 fonda e dirige a Palermo all’interno dei Cantieri Culturali della Zisa il Centro Internazionale di Fotografia.

Roberto Timperi vive tra Roma e Palermo, dove collabora con il Centro Internazionale di Fotografia. Da qualche anno lavora con la fotografa Letizia Battaglia.

L’esposizione del World Press Photo è itinerante e toccherà 150 paesi in tutto il mondo approdando dopo l’estate anche in Sicilia, a Palermo. A settembre per il terzo anno consecutivo, infatti, la prestigiosa mostra è tornata in Sicilia.