I carabinieri di Monreale, assieme alla Digos, hanno proceduto alla bonifica della piazza Guglielmo II e delle aree adiacenti per metterle in sicurezza in occasione dell’arrivo del vice premier e ministro dell’interno Matteo Salvini. La piazza è stata sgombrata dalle bancarelle, verrà transennata e i varchi saranno soggetti a controllo.

LA TAPPA DI SALVINI A CORLEONE

La visita a Monreale del segretario della Lega, il 25 aprile, e la sua intenzione di non celebrare la festa della liberazione, ha creato molti malumori e sollevato molte critiche. Non sono state annunciate manifestazioni contro il ministro leghista, ma qualcuno ha voluto comunque accoglierlo con dei messaggi non proprio di benvenuto.

Questa notte diversi manifesti sono stati affissi nei pali dei cartelli stradali in diverse zone del paese. I cartelli riportano una frase, attribuita a Salvini e risalente al 2009, nella quale avrebbe segnato le distanze tra gli italiani del Nord e quelli del Sud: “Sono troppo distanti dalla nostra impostazione culturale, dallo stile di vita e dalla mentalità del Nord. Non abbiano nessuna cosa in comune. Siamo lontani anni luce”.

I cartelli sono rimasti per poco tempo. I Carabinieri della stazione di Monreale hanno provveduto nelle prime ore della giornata a rimuoverli.

Salvini è atteso intorno alle 16,30. La visita prevede un primo momento dinanzi alla lapide del Capitano E. Basile, poi il Ministro percorrerà corso Pietro Novelli per giungere in piazza Guglielmo II dove terrà un comizio. Con lui salirà sul palco il candidato sindaco della Lega, Giuseppe Romanotto.