“Quanto avvenuto stanotte allo Zen dove alcuni cittadini hanno “per protesta” abbandonato in strada diversi rifiuti ingombranti è un fatto grave”. Lo dichiarano il vicesindaco Fabio Giambrone e il presidente della Rap Giuseppe Norata in seguito al sit-in indetto ieri dagli abitanti dello Zen, esasperati dalle montagne di rifiuti presenti per le vie del quartiere.

“Pur comprendendo il disagio dei cittadini per la presenza di ingombranti- aggiungono -, non è pensabile combattere i  comportamenti illegali dei mafiosi che abbandonano in modo organizzato i rifiuti per strada con atti e comportamenti che sono certamente anch’essi al di fuori della legalità”.

Vicesindaco e presidente Rap hanno sottolineato che nell’ultimo anno la Rap è intervenuta almeno 50 volte in diverse zone all’interno del quartiere popolare palermitano dello Zen per rimuovere ingombranti abbandonati illecitamente. “Proprio quella oggetto della protesta è una di quelle aree che rientra nel piano di installazione di telecamere contro l’abbandono illecito a cui Comune, Rap e Polizia Municipale stanno lavorando”, hanno fatto sapere.

Giambrone e Norata chiedono, invece, collaborazione ai residenti dello Zen. “Ci aspettiamo che denuncino, segnalino alle forze dell’ordine e con queste collaborino per identificare, isolare e colpire chi sporca la città. Proteste che rischiano di mettere sullo stesso piano la Rap e i mafiosi che organizzano e gestiscono un sistema scientifico di smaltimento illecito dei rifiuti sono soltanto un favore, sia pure involontario, fatto a questi ultimi”.