A pochissimi giorni dall’insediamento della nuova Giunta Municipale l’assessore Andrea Mineo, che oltre al Patrimonio comunale ha ricevuto le deleghe alle politiche ambientali e verde urbano, è a lavoro per riqualificare alcune ville e giardini che, da diverso tempo, versano in stato di abbandono. Si è partito con Villa Sperlinga ed il roseto Balistreri.

Mineo “Organizzare lavoro di curatela del verde pubblico sotto unica regia”

“Appena insediati abbiamo attivato delle azioni di pulizia delle vasche e di pulizia straordinaria di Villa Sperlinga e del Roseto Balistreri che versavano in stato di particolare degrado. Tra ieri e oggi, con le squadre di Reset, Rap e gli operai di Ville e Giardini, abbiamo provveduto alla pulizia e riempimento delle vasche ed alla manutenzione straordinaria delle aree verdi con pulizia e diserbo – afferma Mineo – i fattori del degrado sono molteplici ed in parte dovuti ad una organizzazione non ottimale”.

Mineo prosegue: “Occorre organizzare il lavoro in maniera tale che tutti questi servizi di curatela del verde pubblico, di ville e giardini, che riguardano le competenze di Reset, Rap e Ville e Giardini, vengano gestiti sotto un’unica regia. Questo è uno dei primi obiettivi del mio assessorato. Istituire una cabina di regia capace di gestire al meglio e con una visione complessiva lo straordinario patrimonio verde che deve tornare ad essere un vanto per la nostra città”.

Il mese scorso inaugurata una panchina contro la violenza di genere

“Una panchina per dire no alla violenza di genere” è lo slogan dell’evento che si è svolto ad inizio giugno a villa Sperlinga. Culmine della manifestazione è stato l’installazione di una panchina colorata di rosso come simbolo contro il femminicidio e in generale per testimoniare l’esigenza di affrontare con fermezza e determinazione il fenomeno della violenza sulle donne.

Ad organizzare l’iniziativa è stato il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Roberta Schillaci, che è anche componente della commissione Cultura dell’Ars.