Medici e infermieri di quattro strutture sanitarie sono stati impegnati per tutta la notte per salvare un neonato di nove mesi con una gravissima insufficienza cardio respiratoria.

Il piccolo palermitano era ricoverato all’ospedale Di Gristina. E’ stato necessario un immediato trasferimento al reparto di chirurgia pediatrica di Taormina.

Un trasferimento indispensabile per salvargli la vita. In questo intervento sono stati impegnati oltre ai medici e infermieri dell’ospedale dei Bambini di Palermo, l’Ismett, della sala operativa del 118 di Palermo e dell’ospedale di Taormina dove si trova la cardiochirurgia pediatrica.

Per la prima volta su un bimbo che pesa meno di dieci chili è stato utilizzato l’Ecmo uno strumento per l’ossigenazione extracorporea a membrana, utilizzato spesso per gli adulti ma raramente per i neonati.

E’ stato utilizzato l’elisoccorso di Palermo perchè è l’unico mezzo adibito all’Ecmo sia per i voli regionali che extra regione.

Le condizioni del piccolo paziente sono ancora gravi, ma ha superato la notte.