Nuovo agguato questa notte nei confronti dei vigili del fuoco del distaccamento Sud del comando provinciale vigili del fuoco di Palermo.

Era appena passata la mezzanotte quando la squadra veniva allertata dalla sala operativa, per un incendio cassonetto in viale Giuseppe Di Vittorio nel quartiere Sperone.

Arrivati sul posto a prendere fuoco era in effetti la carcassa di un’autovettura abbandonata ribaltata su un fianco.

Durante le fasi di spegnimento la squadra veniva aggredita. Contro i pompieri sono stati scagliati numerose pietre.

Ad avere la peggio solo il grosso mezzo dei pompieri il quale ha riportato diverse ammaccature e il vetro anteriori andato in frantumi. “Nessuno dei colleghi è rimasto ferito – dice Benedetto Chiavello segretario provinciale del sindacato autonomo dei vigili del fuoco Conapo – Gli uomini sino riparati dietro il mezzo. La sassaiola è continuata anche durante le fasi di raccolta della “manichetta”, tubo utilizzato per spegnere l’auto.
È un fatto increscioso. Sicuramente è stato uno sparuto gruppo di balordi che pur di ammazzare una calda notte d’estate si sono divertiti con queste azioni deplorevoli.

Purtroppo, conclude Chiavello, fatti del genere si verificano sempre più spesso. Chiederemo un incontro al nostro comandante Agatino Carrolo per capire quali iniziative intende intraprendere per cercare di porre freno a queste ingiustificati episodi”.