I finanzieri della compagnia di Bagheria hanno scoperto due furbetti del reddito di cittadinanza. I due percepivano il sussidio e svolgevano l’attività di venditori ambulanti di frutta e verdura senza avere comunicato all’Inps l’inizio della propria attività economica.

I militari hanno accertato che i due soggetti, già verbalizzati in passato per esercizio abusivo di commercio ambulante, nonostante avessero la partita iva erano stati ammessi al beneficio del reddito di cittadinanza. I due commercianti sono stati segnalati all’istituto di previdenza per la decadenza del beneficio di circa 30 mila euro.

L’attività di servizio conferma il fondamentale ruolo di polizia economico-finanziaria affidato al Corpo della Guardia di Finanza, a contrasto di coloro i quali, accedendo indebitamente a prestazioni assistenziali erogate dallo Stato, sottraggono importanti risorse economiche destinate persone e famiglie che si trovano effettivamente in condizioni di bisogno.