La Polizia di Stato, a Palermo, ha sequestrato un centro massaggi in via Sciuti dove si praticavano prestazioni sessuali a pagamento.

Le indagini sono state condotte dagli agenti del Commissariato di Libertà, hanno sequestrato l’appartamento ed hanno denunciato per il reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, due donne palermitane, rispettivamente, di anni 40 e 28.

L’attività era svolta nell’immobile, dietro le false insegne di “centro massaggi”, ma le prestazioni offerte non erano solo quelle tradizionalmente massaggistiche e si spingevano ben oltre.

Al momento dell’ingresso degli agenti, inizialmente fintisi clienti, sono state individuate cinque ragazze di età compresa tra i 20 e i 37 anni (una di queste dell’Est-Europa, le altre italiane).

L’attività era intensa e i cellulari delle donne nel corso della perquisizione hanno continuato a squillare ininterrottamente, producendo circa 150 chiamate senza risposta.