Un uomo ha un infarto ma l’intervento repentino del sindaco, che gli pratica il massaggio cardiaco, gli salva la vita. È accaduto nel corso di una partita di calcio giovanile nel campo sportivo comunale di San Cipirello, in provincia di Palermo.

Protagonista involontario è il massaggiatore di una delle squadre in campo. All’improvviso l’uomo rovina a terra a causa di un malore, probabilmente un arresto cardiocircolatorio. Vincenzo Geluso, sindaco di San Cipirello, dopo aver assistito agli eventi, decide di non aspettare un attimo ed interviene praticando, per circa 20 minuti, un massaggio cardiaco sul malcapitato.

Per diversi minuti il primo cittadino ha così mantenuto in fibrillazione ventricolare il cuore, ossigenando il cervello in attesa del 118. Una volta giunti i soccorsi, sono bastate tre scariche di defibrillatore per far ripartire il cuore dell’uomo che è stato poi stabilizzato dai sanitari. Un elisoccorso lo ha trasferito poi in ospedale a Palermo.

In campo si stava disputando il match di terza categoria tra la squadra di casa Valle Jato Calcio e la Belice. Il massaggiatore faceva parte del team ospite. L’intervento repentino di Geluso, che stava assistendo alla gara, è stato provvidenziale. Il sindaco della cittadina jatina, che ha conseguito un attestato Blsd ed è brevettato alle manovre rianimatorie e all’utilizzo del defibrillatore, ha contribuito a salvare la vita dell’uomo.

“Il mio intervento è servito per mantenere in vita la persona che andava continuamente in arresto cardiaco ma ringrazio prima di tutto i sanitari del 118 che sono arrivati in tempo per salvare la vita del signore – dice il sindaco Geluso -. Ho prima chiamato il 118 e poi sono intervenuto”.