Si stava imbarcando per tornare in Tunisia con un furgone carico di oggetti rubati. Un tunisino di 47 anni è stato denunciato dagli  agenti della Polmare che nel corso di un controllo in uno dei furgoni in fila per essere imbarcati al porto di Palermo hanno recuperato la refurtiva.

Sul mezzo è stato trovato un computer portatile. Analizzando i dati i poliziotti sono riusciti a risalire al proprietario residente a Trapani.

Contattato dagli agenti l’uomo ha riconosciuto il portatile e diversi oggetti che gli erano stati rubati nei giorni scorsi. La vittima ha fornito notizie utili per risalire ai proprietari di altri oggetti trovati nel furgone come attrezzatura da pesca, biciclette, strumenti musicali e un ciclomotore.