Il 18° concerto in abbonamento della stagione vedrà sul podio del Politeama Garibaldi, venerdì 15 marzo (ore 21) e sabato 16 marzo (ore 17,30) Eduard Topchian; al clarinetto, Alessandro Carbonare, al violoncello Ludovica Rana, vincitrice del Premio “Crescendo” 2018.

Questo il programma: Carl Philipp Emanuel Bach (1714-1788), Concerto in la minore Wq 170 per violoncello e orchestra; Wolfgang Amadeus Mozart Salisburgo (1756-1791) Concerto in la maggiore KV 622 per clarinetto di bassetto e orchestra; Dimitrij Šostakovič (1906-1975), Sinfonia n. 6 in si minore op.54.

Eduard Topchjan, nato in Armenia, è direttore principale e direttore artistico dell’Orchestra Filarmonica Armena .Topchjan ha studiato violino al Conservatorio Yerevan Komitas e ha continuato a studiare direzione d’orchestra con il direttore d’orchestra Ohan Durian seguito da consultazioni da Sir Georg Solti , Claudio Abbado e Nello Santi. Nel 2001, è apparso con l’Orchestra Filarmonica Armena presso la Sala Grande del Conservatorio di Mosca , e nel 2003, al Teatro Bolshoi . Vanta
numerose direzioni di festival e conduzioni d’orchestre in tutta Europa.

Ludovica Rana ha 22 anni e ha iniziato lo studio della musica all’età di 4 sotto la guida dei suoi genitori, entrambi musicisti. Ha frequentato la Pavia Cello Academy e ha conseguito il Master in Music Performance presso Conservatorio della
Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida del M° Enrico Dindo.
Attualmente frequenta il Corso di Perfezionamento presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma con Giovanni Sollima e con
Carlo Fabiano lo scorso anno ha vinto il concorso “Crescendo”, indetto dalla Foss.

Alessandro Carbonare, primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S.Cecilia dal 2003, Alessandro Carbonare ha vissuto a Parigi, dove per 15 anni ha occupato il posto di primo clarinetto solista all’Orchestre National de France. Sempre nel ruolo di primo clarinetto, ha avuto importanti collaborazioni anche con i Berliner Philarmoniker, la Chicago Symphony e la Filarmonica di New York. Si é imposto nei piu’ importanti concorsi internazionali: Ginevra, Praga, Tolone, Monaco di Baviera e Parigi.