Vigili del fuoco con i colleghi del nucleo Saf hanno salvato un turista tedesco di 54 anni che con la mountain bike è finito in un dirupo a Gratteri. Il turista è entrato nell’area del bosco a monte Monaco quando ha perso il controllo della bici ed è finito fuori strada.

Sono scattati i soccorsi partiti da Cefalù e i vigili del fuoco sono riusciti a ritrovare il turista e portarlo in una zona meno impervia e consegnarlo ai sanitari del 118 per essere trasportato in ospedale.

Una corsa contro il tempo visto che l’uomo non riusciva a muoversi e aveva le gambe paralizzate. I vigili del fuoco lo hanno imbracato e portato nella strada dove ad attenderlo c’era l’ambulanza e l’elicottero dell’aeronautica.

All’intervento hanno preso parte anche i volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano e dell’82° Csar dell’Aeronautica Militare sulle Madonie.

L’allarme era stato lanciato dallo stesso biker (J.M., 54 anni, di nazionalità tedesca) che, ribaltandosi con la bicicletta, si era procurato una sospetta frattura al bacino e non era più in grado di proseguire.

La centrale del 118 ha chiesto l’intervento delle squadre di soccorso arrivati sul posto anche con un elicottero dell’Aeonautica Militare con la quale vige un consolidato rapporto di collaborazione.

Mentre una squadra del soccorso alpino del SASS raggiungeva in auto l’infortunato, dall’aeroporto di Trapani Birgi è decollato un elicottero HH 139A dell’82° centro Csar che ha prelevato due tecnici di elisoccorso del SASS all’aeroporto di Boccadifalco per sbarcarli pochi minuti dopo sul luogo dell’incidente.

Qui i tecnici del Soccorso Alpino, coadiuvati dai Vigili del Fuoco di Cefalù, hanno immobilizzato l’uomo, lo hanno imbarellato e recuperato a bordo dell’elicottero tramite il verricello, per poi sbarcarlo all’ospedale Civico di Palermo.