Ripartire dalla salvaguardia del territorio per fare bella l’Italia. È l’obiettivo della prima giornata dell’ambiente, organizzata dalla Fai Cisl per il 5 maggio, che si svolgerà in tutte le regioni italiane. E in Sicilia la Fai Cisl, insieme a volontari e ai lavoratori forestali, ripulirà e farà tornare a nuova vita un piccolo bosco in contrada Presidiana a Cefalù.

“La Fai Cisl – afferma il segretario generale Fai Cisl Sicilia, Pierluigi Manca – con un’iniziativa concreta in tutto il territorio nazionale, intende dimostrare che con piccoli gesti quotidiani si possono fare grandi cose. Vogliamo accendere i riflettori sull’enorme contributo che i lavoratori dell’agroalimentare, della bonifica, della forestazione, svolgono ogni giorno per innalzare la qualità del cibo e della nostra agricoltura, per mettere in sicurezza il territorio, per agevolare lo sviluppo delle aree rurali, per incrementare le opportunità offerte dalla green economy”.

In Sicilia si è scelto un luogo di grande valore simbolico, un bosco abbandonato all’incuria e quindi non fruibile, nonostante sia inserito in una zona di grande valore paesaggistico e di evidente richiamo turistico. “La risorsa ambientale è essenziale per l’economia – aggiunge Manca – e servono interventi strutturali, per far sì che non si disperda una fondamentale opportunità di sviluppo”.