Partiti dalla Libia in diversi momenti, 281 migranti sono stati soccorsi e trasferiti a Pozzallo, dove la Polizia ha già identificato e fermato un giovane cittadino senegalese, 24 anni, ‘scafista’ di un gommone.

L’ennesimo sbarco numeroso con 223 uomini, 28 donne, 30 minori non accompagnati.

E’ stata la nave ‘Phoenix’ lo scorso 10 luglio ad individuare un gommone in difficoltà e subito dopo ad avvistare altre due piccole barche di legno, con all’interno circa 25 persone, tutti i natanti erano carichi di extracomunitari.

Nel Porto di Pozzallo, le operazioni di assistenza non hanno fatto registrare criticità ed è stata prestata la massima attenzione per i migranti che avevano bisogno di cure mediche, in particolar modo diverse donne incinte e minorenni. Le indagini condotte dalla Polizia Giudiziaria, hanno permesso anche questa volta di fermare lo ‘scafista’ il responsabile del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Nel 2016 sono 88 gli scafisti fermati in provincia di Ragusa. Lo scorso anno sono stati arrestati 150 scafisti dalla Polizia Giudiziaria. Sono in corso numerose attività in collaborazione con le altre Squadre Mobili siciliane della Polizia di Stato (coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine) per gli scambi informativi utili per gestire indagini sul traffico di migranti dalle coste straniere a quelle Italiane.