L’incendio ai quattro Tir nell’area parcheggio del Consorzio Caair attigua al mercato ortofrutticolo di Vittoria crea preoccupazione tra gli operatori del settore e soprattutto nei concessionari e operatori commerciali che lavorano all’interno.

Per martedì 21 febbraio è previsto al mercato di Vittoria l’arrivo del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta per dare solidarietà al presidente del Consorzio Caair, Giuseppe Biundo.

Ad esprimere la vicinanza del mercato al presidente Biundo anche il presidente dell’associazione concessionari ortofrutticoli di Vittoria, Gino Puccia.

“Ancora una volta assistiamo a gravi atti intimidatori – dice Puccia – che screditano il lavoro onesto di chi è impegnato nella filiera. Gli operatori del Mercato Ortofrutticolo si appellano alle forze dell’ordine affinché assicurino alla giustizia i responsabili di questo vile atto. Così come vanno rispediti al mittente i tentativi di alcuni di approfittare di questi episodi per infangare la storia di una struttura che ancora oggi nonostante la crisi rimane punto di riferimento a livello nazionale nella commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli”.

LA CRONACA DELL’ATTENTATO INCENDIARIO 

L’atto incendiario al Consorzio Caair dopo quello ai danni di una ditta di autotrasporti di un mese fa crea un allarme sociale che va subito indagato. Per questo, il prefetto di Ragusa Maria Carmela Librizzi ha convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per fare il punto della situazione alla presenza dei responsabili provinciali delle forze di polizia e del sindaco di Vittoria Giovanni Moscato.

L’ultimo grave episodio stava per costare la vita ad un camionista che dormiva all’interno di uno dei Tir prima di mettersi in viaggio all’alba. L’autista, un pugliese di 60 anni, è ricoverato nel centro grandi ustioni dell’Ospedale ‘Cannizzaro’ di Catania e le sue condizioni appaiono migliorate. Per lui una prognosi di 30 giorni.

I carabinieri intanto lavorano a pieno ritmo per individuare i piromani e stanno vagliando a fondo la pista della correlazione tra i due eventi criminosi, pur non tralasciando altre ipotesi investigative e tenendo conto delle immagini delle telecamere di videosorveglianza che potrebbero aver ripreso qualche dettaglio utile in ambito investigativo.