Il lockdown è stato difficile per tutti e per i motivi più disparati. Tra le persone che hanno sofferto per il confinamento forzato ci sono anche gli amanti dei cani che non hanno un cucciolo tutto loro e questo si traduce in: nessun compagno di giochi, nessun parco per cani, nessuna interazione con loro. Così accade anche per Troy, un bambino di 8 anni, che decide di prendere in mano la situazione e di scrivere una lettera a mano.

 

Quando un residente del condominio in cui abitano Troy e la sua famiglia ha adottato un cucciolo di Golden Retriever, Arthur, il bambino era molto desideroso di giocare con il lui. Ma sapeva bene che bisognava tenersi ancora a distanza, quindi ha pensato di scrivere la seguente lettera: “Ciao vicini, mi chiamo Troy, sono in quarta elementare e mi sto chiedendo se forse dopo questo virus avete bisogno di un dog-sitter e in tal caso, posso portare il vostro cane a passeggio o altro”.

 

https://www.instagram.com/p/CAETS5Zp4Kj/?utm_source=ig_embed

 

Il proprietario del cucciolo ha condiviso la foto della lettera su Instagram ed in poco tempo è diventata un successo, attirando quasi 20.000 like, tra cui ovviamente molti amanti dei cani. Fortunatamente, la storia ha un finale commovente. Sembra infatti che Troy e Arthur abbiano recentemente avuto un incontro di gioco a distanza in cui Troy ha raccontato ad Arthur tutto sugli altri suoi amici cani e gli ha persino mostrato alcune mosse di danza.