Una vicenda che sembra presagire una vera e propria intimidazione. È stata data alle fiamme l’automobile del giornalista di Siracusa Gaetano Scariolo, collaboratore del Giornale di Sicilia. Il cofano anteriore della sua Ford Fiesta, parcheggiata vicino alla sua residenza, è stato cosparso di liquido infiammabile e incendiato. La polizia ha eseguito i rilievi e ha acquisito alcuni elementi utili alle indagini. Secondo gli investigatori i motivi del gesto da ricercare sono nell’attività professionale del giornalista che si occupa di cronaca nera e giudiziaria nel capoluogo.

Commenta la notizia sui social Paolo Borrometi, il giornalista ragusano che è stato preso di mira dalla mafia locale per i suoi articoli scomodi. “Il peggior risveglio – scrive – è quello che, il collega e amico Gaetano Scariolo, ha subito questa mattina. Nel corso della notte ignoti hanno dato alle fiamme la sua autovettura. A Gaetano la mia solidarietà e quella di Articolo Ventuno. Sono certo che anche le istituzioni della nostra categoria si stringeranno a lui. Chiediamo agli inquirenti di fare presto”.

Gaetano Scariolo, per il Giornale di Sicilia e per l’Agi, si occupa di vicende spinose, di mafie, di corruzione, nella provincia di Siracusa.