“Nuove costruzioni, tra cui sei ville bifamiliari e un locale commerciale a ridosso delle saline del Ciane in via Lido Sacramento“. Lo denuncia Sos Siracusa, un’associazione ambientalista da anni impegnata contro la cementificazioni nelle aree sensibili di Siracusa, che lancia un nuovo allarme sulla tenuta dell’ecosistema.

“Ciò che ancora una volta è lecito chiedersi  è se siano stati rispettati  – si domandano gli ambientalisti –  tutti i regimi vincolistici dettati dalla vicina riserva naturale Ciane e Saline e dal piano paesaggistico? Se come sembrerebbe indicare l’immagine, la zona ricade in zona rossa, come sarebbero conciliabili le nuove costruzioni con il vincolo di inedificabilità assoluta dettato dal piano paesaggistico stesso? Queste sono le domande che rivolgiamo agli uffici competenti nella sempre maggior convinzione che “consumo di suolo zero” resti un inutile slogan senza un adeguato lavoro di programmazione (vedasi Prg scaduto) e tutela del territorio (vedasi adeguamento al piano paesaggistico e parco archeologico”.

Secondo quanto sostenuto da Sos Siracusa, “questa è solo l’ultima di una serie di lottizzazioni che hanno invaso la città dall’Epipoli a Tremmilia, passando per Contrada Carrozzieri”