Salvatore Quattrocchi, 33 anni, destinatario di un mandato di arresto europeo, è stato bloccato nell’aeroporto di Amburgo in seguito a un’operazione congiunta fra le autorità tedesche e quelle italiane nell’ambito del progetto Wanted 3 finalizzato alla cattura dei latitanti più pericolosi.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile di Siracusa e dal Servizio centrale operativo, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Siracusa, hanno consentito di individuare in Germania il ricercato che si era sottratto all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina aggravata e traffico di sostanze stupefacenti.

La rapina risale al novembre del 2016: Quattrocchi, insieme ad altri tre complici già arrestati, aveva fatto irruzione in una gioielleria minacciando con una pistola il titolare e picchiandolo con calci e pugni prima di fuggire con preziosi per un valore di circa 74 mila euro.

Le indagini avevano consentito di acquisire ulteriori elementi a carico dell’indagato che sarebbe stato coinvolto anche in un traffico di stupefacenti, in particolare marijuana e cocaina. Attraverso il monitoraggio di persone vicine al latitante gli investigatori italiani sono riusciti a individuarlo nei pressi di Amburgo, dove si era rifugiato, e a comunicare la sua presenza alla polizia tedesca che lo ha catturato.