Scoperto dalla polizia ad Alcamo un laboratorio per il taglio e il confezionamento di cocaina. Gli agenti hanno arrestato Francesco Camarda, di 33 anni, titolare di una sala giochi, per spaccio di cocaina e istigazione alla corruzione.

In una cassaforte il giovane custodiva centomila euro in banconote di diverse taglio, oltre oggetti d’oro e argento. Il laboratorio era stato allestito in un garage, apparentemente dismesso.

La polizia ha sequestrato duecento grammi di cocaina pura, bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento di ‘dosi’, cinquanta delle quali già pronte per essere vendute. Alle ultime elezioni amministrative di Alcamo, Francesco Camarda si era candidato nella lista “Insieme per Alcamo” senza essere eletto.