Sui manifesti elettorali ha trovato le scritte “Con 100 passi puoi truppichiare” e “Parla poco vivi bene”. Ha presentato denuncia ai carabinieri il candidato Lorenzo Giocondo, imprenditore agricoltore di Poggioreale, candidato per le prossime elezioni regionali nel collegio provinciale trapanese nel “Movimento centopassi per la Sicilia”, il partito che fa capo a Claudio Fava.

La denuncia

“Ieri sono passato da lì e non c’era nessuna scritta – ha detto ai carabinieri l’imprenditore agricolo. Oggi mi ha chiamato un mio amico. Sono andato davanti ai manifesti e ho trovato le scritte. Non ricevuto minacce. I manifesti erano stati affissi sulla statale Palermo Sciacca nello spazio del Comune”. I militari stanno cercando di individuare possibili telecamere che hanno ripreso chi ha affisso le scritte per cercare di risalire all’autore dell’intimidazione.

Fava e gli immigrati

“Caterina Chinnici, Letta, Fratoianni, ma anche Bonino e Conte vengano con me a Pozzallo, frontiera insanguinata della Sicilia e dell’Europa. Sei morti, donne e bambini, a cui dobbiamo, almeno, un tardivo gesto di accoglienza e di amore. La linea di demarcazione resta sempre la stessa, a prescindere da campagne elettorali e schieramenti: umanità contro barbarie”. Lo dichiara Claudio Fava.