Un uomo di 45 anni, Ignazio Scopelliti, è stato ucciso con colpi di pistola in pieno centro, in via Palladio, a Palma di Montechiaro (Agrigento). Il delitto dovrebbe essere avvenuto fra le 10,30 e le 11. Il sostituto procuratore di turno, Emiliana Busto, è a Palma di Montechiaro.

I carabinieri, che si occupano delle indagini, hanno già portato in caserma un paio di persone e sono in corso gli interrogatori. Sembra si tratti del suoc ero e del cognato.

Il bracciante agricolo, formalmente disoccupato, è stato ucciso per strada. Non è chiaro se abbia incontrato qualcuno o se, invece, gli sia stato teso un agguato. Ignazio Scopelliti era sposato ma si stava separando dalla moglie, e aveva dei figli.

L’omicidio non sembra essere collegabile ad ambiti criminali che il quarantacinquenne assolutamente non frequentava. I carabinieri indagano nell’ambito familiare. E’ giunto anche il medico legale che sta effettuando la prima ispezione cadaverica. Una delle prime cose che dovrà essere stabilita è proprio il tipo d’arma utilizzata.

LEGGI DI PIU’ SU GRANDANGOLO

AGGIORNAMENTO

Sei ore dopo l’omicidio di Ignazio Scopelliti vanno avanti gli interrogatori di familiari, amici e conoscenti della vittima e della sua famiglia. Interrogatori, condotti dai carabinieri e del sostituto procuratore di turno Emiliana Busto, che avrebbero fatto emergere una situazione familiare turbolenta: pare che il quarantacinquenne, ufficialmente disoccupato, ma in realtà bracciante agricolo, maltrattasse la moglie. Ci sarebbero stati dunque degli alterchi, anche violenti, tra i familiari e l’uomo affinché si allontanasse e lasciasse in pace la donna che voleva la separazione. I carabinieri, mentre in caserma sono ancora in corso gli interrogatori, hanno avviato una serie di perquisizioni. Si cerca l’arma del delitto: una pistola, forse una semiautomatica. E i militari dell’Arma stanno controllando abitazioni, autovetture e l’intera zona dove è avvenuto – fra le 10,30 e le 11 – l’omicidio.