Il sindaco di Licata, Giuseppe Galanti, è stato aggredito mentre era nel suo ufficio, al Municipio, da un impiegato comunale.

Il primo cittadino è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” dove i medici lo hanno sottoposto a tutti gli accertamenti necessari. L‘amministratore non è ferito in maniera grave.

Erano le 20 circa quando il sindaco Galanti era a colloquio con il dipendente – un cinquantenne – all’interno dell’ufficio dove, ad un certo punto, si sarebbe verificata l’aggressione.

Pare che, al momento dell’alterco trasformatosi in atto violento, fossero presenti pure alcuni consiglieri e un assessore comunale. Galanti è stato subito soccorso e accompagnato in ospedale da una coppia di agenti della polizia municipale.

Nelle prossime ore, spetterà, naturalmente, al sindaco decidere se formalizzare o meno querela di parte contro l’impiegato comunale. Si tratta di reati, del resto, non perseguibili d’ufficio.

A quanto pare, fra sindaco e impiegato comunale vi sarebbero stati dei contrasti in materia lavorativa. Durante il colloquio, ad un certo punto gli animi si sarebbero surriscaldati e l’impiegato comunale avrebbe aggredito il primo cittadino. Galanti, candidato del Centrodestra, è stato eletto nel giugno dello scorso anno con il 55% delle preferenze.