Choc nel Catanese dove un insegnante di Biancavilla di 66 anni è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di avere compiuto atti sessuali su un ragazzo affetto da problemi psichici ed all’epoca dei fatti minorenne.

La misura cautelare è stata eseguita dalla polizia postale di Catania e dai carabinieri di S.Maria di Licodia su disposizione della Procura.

L’indagine è stata avviata dopo alcune segnalazioni relative alla presenza di immagini, contenute nei cellulari di alcuni studenti, che avrebbero ritratto l’insegnante in atteggiamenti intimi con lo studente.

Sui fatti, il pm ha ascoltato sia alcuni minori e altre persone in grado di ricostruire i fatti. Alla polizia postale sono state delegate altre indagini tra cui la perquisizione domiciliare e informatica nei confronti dell’indagato.

far-fl

foto archivio