“Ho appena chiesto alla Commissione Europea se è a conoscenza della grave vicenda delle due discariche presenti sul territorio tra i comuni di Motta Sant’Anastasia e Misterbianco. Voglio capire se l’esecutivo europeo ha contezza di cosa sta accadendo da queste parti. Bruxelles fornisca aggiornamenti su come proteggere la popolazione e il territorio colpito da un vero e proprio scempio ambientale”.

A dichiararlo è l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Ignazio Corrao che ha predisposto una interrogazione alla Commissione Europea sulla contaminazione delle discariche di Motta Sant’Anastasia.

Stamattina l’europarlamentare è stato in visita a Motta nell’ambito del suo tour SiciliaIn390Tappe. Accompagnato dalla consigliera comunale Daniela Greco e un gruppo di cittadini, l’europarlamentare è tornato a sottolineare “lo scempio ambientale a pochi passi da una comunità che probabilmente è stata dimenticata dalla politica”.

“Nonostante nella relazione Arpa dello scorso luglio il sito dove insiste la discarica di Tiritì venisse definito ‘potenzialmente contaminato’ – aggiunge Daniela Greco – sembra che la Regione stia provvedendo a dare seguito al normale progetto di chiusura piuttosto che alla bonifica. È poco chiaro come, chi dovrebbe tutelare la salute dei cittadini , si sta muovendo”.