Ancora morti nelle traversate dei migranti nel Canale di Sicilia. Due persone sono morte dopo essere cadute in mare nel corso della drammatica traversata. E’ emerso dai racconti di alcuni dei 245 stranieri, di cui 55 minori, giunti ieri a Pozzallo.

Secondo quanto riferito, lo scoppio del motore ha provocato la caduta di quattro persone in acqua e per due di loro non c’è stato nulla da fare: sono affogati, nonostante il tentativo di salvarli da parte dei compagni di viaggio. Inutili le ricerche da parte del pattugliatore maltese che li ha soccorsi.

La polizia che ha fermato due scafisti, ma spiega che per l’incidente in mare non sono stati raccolti elementi di responsabilità a carico di uno di loro, un sedicenne gambiano, che sarebbe stato alla guida di uno dei gommoni soccorsi.

Intanto è appena giunta nel porto di Catania la nave Dattilo della Guardia Costiera con a bordo 121 migranti. Oltre al sistema di accoglienza, coordinato dalla prefettura, sono state avviate indagini per identificare eventuali scafisti da parte della polizia e della guardia di finanza.