Ancora morti nel canale di Sicilia, si ribalta un barcone

Il pattugliatore Bettica della Marina Militare, durante l’attività di sorveglianza e sicurezza marittima nel Canale di Sicilia, ha individuato al largo delle coste libiche un barcone in precarie condizioni di galleggiamento con numerosi migranti a bordo.

i profughi raccontano di omicidi avvenuti in libia

Migranti minacciati con le armi| Fermato scafista somalo 18enne

I migranti sentiti hanno narrato di essere stati sottoposti a gravi e ripetute violenze e minacce, anche con uso di armi, al momento in cui venivano condotti dai trafficanti presso i luoghi di imbarco in Libia e fatti salire sui natanti e qualcuno di loro sarebbe anche stato ucciso.