I Carabinieri della Compagnia di Palagonia hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Caltagirone 16 cittadini catanesi, con un’età compresa tra i 17 e i 38 anni e molti dei quali gravati da pregiudizi penali, poiché ritenuti responsabili a vario titolo di resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamento di animali seguito da morte nonché blocco stradale.

All’alba della scorsa domenica, nei pressi dell’agro del comune di Palagonia denominato Contrada Margia, una pattuglia del Nucleo Radiomobile impegnata nel consueto controllo del territorio ha notato un insolito via vai di scooter unitamente al transito sospetto di veicoli non noti sul territorio.

Il tempo di dare l’allarme alla Centrale Operativa e far giungere di supporto le altre pattuglie impegnate nei servizi esterni, che i militari si sono trovati inaspettatamente davanti ad una vera e propria gara clandestina tra due cavalli – con tanto di calessi e fantini – “scortata” da numerosi scooter alla presenza di verosimili spettatori/scommettitori a bordo di autovetture, datisi ad una repentina fuga alla vista dei carabinieri.

Nella circostanza, i militari sono comunque riusciti a porre fine all’evento, bloccando nell’immediatezza diversi partecipanti e identificando, anche a seguito dei successivi accertamenti, uno dei fantini, mentre l’altro è riuscito a far perdere le proprie tracce saltando in movimento a bordo di uno scooter dopo aver abbandonato il calesse con il cavallo che, in piena corsa e terrorizzato, è caduto dentro un adiacente fossato, morendo sul colpo a causa del violento impatto.

Le attività sono tuttora in corso al fine di definire il ruolo dei soggetti denunciati, nonché di identificare il secondo fantino e tutti coloro (diverse decine) che hanno preso parte al pericoloso e illecito evento.

Quello delle corse clandestine di cavalli è un fenomeno illecito purtroppo sempre più diffuso.
Lo scorso 30 aprile, i carabinieri del gruppo di Palermo, con l’ausilio dei colleghi del centro Anticrimine Natura, hanno elevato oltre 16 mila euro di multa a 7 persone ritenute a vario titolo organizzatori e partecipanti di una corsa clandestina di cavalli avvenuta alle prime luci dell’alba del 27 aprile.
La gara, iniziata in piazza Indipendenza, si è articolata lungo la via Ernesto Basile ed è stata ripresa e diffusa sui social network dagli stessi partecipanti.