Undici involucri di cellophane contenenti 47 chili di marijuana per un valore commerciale al dettaglio poco inferiore al mezzo milione di euro sono stati rinvenuti dai baschi verdi di Catania in agro di Grammichele.

I finanzieri hanno scoperto una cisterna sotterranea alla quale si accedeva da una botola a fianco di un fabbricato rurale all’interno di un terreno agricolo. La cisterna, ormai asciutta da tempo, veniva utilizzata dal proprietario del terreno come deposito sotterraneo di droga.

L’operazione della Guardia di Finanza prende le mosse da un normale controllo fra le campagne in agro di Grammichele. I finanzieri hanno, infatti, fermato un uomo che si aggirava in auto in un’area assolutamente isolata.

Durante il controllo i militari gli chiedevano cosa facesse in zona ma il fermato non riferiva in alcun modo l’esistenza del terreno di sua proprietà con il fabbricato rurale annesso. E’ bastata una verifica catastale per insospettire i finanzieri che si recavano, così, sul posto e lì rinvenivano la cisterna deposito con i 47 chili di droga. Sequestrato anche materiale per il confezionamento e l’imballaggio.

La droga è stata sequestrata e l’uomo arrestato