La Polizia di Stato di Catania, su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, ha dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal gip etneo nei confronti di 13 persone indagate per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini hanno permesso di scoprire un’associazione composta da diversi gambiani che avevano preso il controllo dello spaccio nel quartiere San Berillo di Catania. Numerosi sono stati i sequestri di droga.

In carcere sono finiti 6 cittadini originari del Gambia, tutti giovanissimi. Altri tre sono stati posti all’obbligo giornaliero di presentazione alla polizia giudiziaria.

Nel corso delle perquisizioni, le unità cinofile della Polizia di Stato hanno rinvenuto, nascosti negli anfratti delle mura delle abitazioni, piccoli quantitativi di sostanza stupefacente già confezionati per la cessione.

All’operazione ha partecipato un imponente dispiegamento di forze dell’ordine tra squadra Mobile etnea, agenti del Commissariato Centrale, Artificieri e della squadra Cinofili dell’UPGSP, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale e del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica. In volo anche un elicottero per un  totale di oltre 100 uomini che hanno letteralmente interdetto l’area.

Oltre all’esecuzione dei provvedimenti cautelari e al sequestro di stupefacenti, la Polizia di Stato ha identificato decine di persone di nazionalità straniera. Dopo essere stati identificati, sette di essi sono stati destinatari di un provvedimento di espulsione che, per due di loro, è stato immediatamente eseguito con l’accompagnamento al C.P.R. di Caltanissetta – Pian del Lago.