Riceviamo da Claudia, una lettrice di BlogSicilia nonché mamma di un bambino disabile una lettera di sfogo per quanto constatato questa mattina a Catania all’apertura della Fiera. Scegliamo di pubblicare lo sfogo di questa mamma nella speranza di contribuire ad una riflessione collettiva sulle dimenticanze delle nostre amministrazioni comunali e sul comportamento di noi cittadini siciliani troppo spesso quantomeno distratti nel rispetto degli altrui diritti

Qui di seguito il testo della lettera sfogo denuncia

“Mi chiamo Claudia C. sono di Catania e mamma di un bambino disabile.Oggi 27/10/2019 alle ore 10:30 mi sono recata con la mia famiglia alla Fiera di Catania, all’ingresso c’era il Sindaco di Catania che veniva intervistato per l’avvenuta apertura della Fiera e tutto orgoglioso entrava insieme ai giornalisti. E bene;mi vergogno di essere Catanese,è uno schifo,il Sindaco e i suoi collaboratori si sono preoccupati di far realizzare dei parcheggi per i disabili? La risposta è no.Ho chiesto ai vigili,i quali mi hanno risposto che non c’erano parcheggi per i disabili(perché ovviamente come in tante altre situazioni non previsti, mi sono detta) , che i parcheggi nelle strisce bianche vicino alla Fiera erano tutti occupati ,che quelli difronte alla Fiera nelle strisce blu erano occupati ed a pagamento per tutti anche per i disabili,e che avrei trovato parcheggio lontano dalla Fiera a 2 € perché tutti devono pagare anche chi ha una disabilità .Sono ladri o cosa!Noi genitori di figli disabili siamo costretti tutti i giorni a litigare per i parcheggi,non solo per l’inciviltà dei cittadini ma anche con l’inciviltà di chi Amministra i Comuni. Io molto spesso alla Deco’ delle Balatelle di Sant’Agata li Battiati litigo o vedo i cittadini che parcheggiano nel posto dei disabili utilizzando fotocopie delle tessere di parcheggio dei disabili senza che la persona disabile sia con loro.Se nel quotidiano non si ha il rispetto del prossimo ,come si può pretendere che nei Comuni ,che nelle Regione e infine al Parlamento ci siano persone che ci governino pensando a noi ? Distinti Saluti da una mamma delusa e per l’ennesima volta pugnalata dalla propria Città”