C’è anche un poliziotto tra i destinatari delle ordinanze di custodia cautelare eseguite nell’ambito dell’operazione, denominata ‘Adranos’, che ha permesso alla squadra mobile di Catania di decapitare i vertici e disarticolare ad Adrano i ranghi della cosca Santangelo, alleata della famiglia catanese di Cosa nostra Santapaola.

E’ Francesco Palana, assistente capo della Polizia di Stato in servizio nel Commissariato del paese. L’uomo, ora ai domiciliari, è accusato di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti insieme con Salvatore Crimi, di 32 anni, uomo di fiducia del boss Alfio Santangelo, dal quale si riforniva di droga. Era stato arrestato il 26 aprile del 2016 perché, fermato a bordo della sua auto al casello di San Gregorio dell’autostrada Messina – Catania, era stato trovato con 9,2 grammi di cocaina. L’ispettore era stato sospeso dal servizio.

Ecco i nomi degli altri arrestati: Alfio SANTANGELO, di 65 anni detto “Taccuni”; Antonino QUACECI di 48 anni, detto“Topo grigio”; Nino CRIMI, di 38 anni detto “ u ricuttaru”; Salvatore CRIMI, di 32 anni detto “Turi ‘u cani”; Gianni SANTANGELO, di 35 anni detto “Giannetto”; Antonino BULLA, di 35 anni detto “u picciriddu”; Giuseppe LA MELA, di 45 anni detto “Pippu Tarantella”; Antonino LA MELA, di 43anni detto “ Ninu Tarantella” ; Vincenzo BULLA di 24 anni; Rosario GALATI MASSARO, di 24 anni detto “spara frecce”; Nicola D’AGATE, di 29 anni; Nicolò TROVATO, di 28 anni detto “bulldozer” ; Maurizio PIGNATARO, di 41 anni detto “u sceriffu”; Nicolò ROSANO, di 38 anni detto“Pipituni”; Vincenzo ROSANOdi 50 anni detto “Pipituni”; Francesco ROSANO, di 28 anni detto “Pipituni”; Salvatore SANGRIGOLI di 21 anni; Salvatore QUACECI di 26 anni; Marco RICCA di 28 anni; Andrea PALMIOTTI di 39 anni;  Francesco PALANA di 45 anni; Ignazio VINCIGUERRA, di 53 anni detto “Gnaziu ‘a cascia”; Antonino FOTI, di 25 anni detto “Ninu ‘u sceccu”;  Vincenzo NICOLOSI,di 29 anni detto “Bafacchia”; Alfredo PINZONE, di 54 anni; Nicola MANCUSO, di 36 anni; Biagio TROVATO,di 28 anni; Angelo PIGNATARO, di 30 anni; Luigi LEOCATA, di 48 anni.