Al Cannizzaro di Catania è stato eseguito il prelievo di organi del 2019. A donare è stata una donna che era ricoverata nel reparto di rianimazione a causa di un’emorragia cerebrale spontanea dal 27 marzo scorso. Ieri ne è stata constatata la morte cerebrale della donna, in seguito i familiari hanno dato il consenso all’espianto degli organi.

Il fegato è andato a Milano per essere trapiantato su una ragazza con epatite fulminante. I reni prelevati da un’équipe dell’Ismett di Palermo e le cornee, prelevate dagli oculisti dell’azienda ospedaliera Cannizzaro e destinate nell’apposita Banca di Palermo.

“Il gesto di generosità e altruismo di questa famiglia – afferma il commissario straordinario dell’azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania, Salvatore Giuffrida – merita l’apprezzamento di tutti ed è motivo di sensibilizzazione al consenso alla donazione degli organi, che recentemente, anche in Sicilia, ha registrato vistoso un calo. Un ringraziamento va a tutto il personale, che si adopera con instancabile dedizione”.