Ancora movimenti e tremori

L’Etna non si ferma, tremori ed emissioni di cenere dal cratere di sud Est

Persiste una debole emissione di cenere. Prosegue la fase di incremento dell'ampiezza del tremore vulcanico, che mostra valori medio-alti. Le sorgenti risultano localizzate al di sotto del cratere di Sud Est ad una profondità di circa 2.500 metri sul livello del mare. Anche l'attività infrasonica è in aumento, e le sorgenti degli eventi sono localizzate in corrispondenza del cratere di Sud Est.