I nomi degli arrestati nel corso dell’operazione della Guardia di Finanza “Buche d’oro” con la quale sono stati arrestati funzionari dell’Anas e imprenditori delle provincie di Palermo, Caltanissetta e Agrigento. 

Custodia cautelare in carcere:

Gaetano Trovato, di 54 anni.  Dipendente Anas, Capo Nucleo B del Centro di manutenzione A dell’Area Tecnica Compartimentale.

Custodia cautelare agli arresti domiciliari:

Salvatore Truscelli, di 56 anni, rappresentante legale della “Truscelli Salvatore srl”, esercente “altre attività di lavori specializzati di costruzione” a Caltanissetta, con un volume d’affari annuo superiore ai 5 milioni di euro.

Pietro Matteo Iacuzzo, di 50 anni, rappresentante legale della “Isap srl”, che si occupa di “strade, autostrade e piste aeroportuali” a Termini Imerese (PA), con un volume d’affari nel 2018 superiore a 17 milioni di euro;

Roberto Priolo, di 41 anni, rappresentante legale della “Priolo srl” dell’attività di “lavori edili e restauri” a Ciminna (PA), con un volume d’affari annuo di circa 1 milione di euro;

Calogero Pullara, di 40 anni, titolare dell’omonima ditta individuale di “lavori edili e stradali, lavori di terra con eventuali opere connesse in muratura e cemento armato di tipo corrente, demolizione e sterri, opere speciali in cemento armato, lavori di tinteggiatura e verniciatura, costruzione” di a Favara (AG), con un volume d’affari annuo di circa 1 milioni di euro.

Riccardo Carmelo, di 51 anni, dipendente Anas (già fermato nell’operazione del 20 settembre)

Giuseppe Panzica, di 48 anni, dipendente Anas (già fermato nell’operazione del 20 settembre)

Giuseppe Romani, di 48 anni, dipendente Anas (già fermato nell’operazione del 20 settembre)

Per Antonino Urso, Capo Centro Manutenzione “A” dell’Area Compartimentale ANAS di Catania , il gip ha deciso l’interdizione dall’esercizio di pubblico ufficio.