I Carabinieri delle Stazioni di Catania Piazza Dante e Piazza Verga, hanno denunciato cinque persone, tre uomini e due donne, gestori di 4 esercizi commerciali adibiti a centri scommesse e ristorazione siti in via Spedaletto, in via Cesare Battisti, in via Coppola ed in via Plebiscito, per violazione della protezione del diritto d’autore e di altri connessi al suo esercizio.

Nel corso dell’attività i militari, che hanno operato con l’ausilio dei tecnici di “Sky Italia”, hanno sequestrato 3 decoder “dreambox” nonché verificato come, all’interno degli esercizi commerciali in questione, venisse liberamente offerta la visione dei programmi televisivi della citata Pay TV a fronte, invece, della sottoscrizione di un contratto per “uso domestico”.

Intanto stamane, per la prima volta in Italia sono stati denunciati dei cittadini che hanno utilizzato abbonamenti non ufficiali alle pay tv per guardare in maniera illegale serie, film ed eventi sportivi: il Nucleo speciale beni e servizi ne ha individuati 223 su tutto il territorio nazionale.

La legge sul diritto d’autore prevede la confisca degli strumenti utilizzati: ai clienti, dunque, in caso di condanna verranno confiscati il televisore, computer o smartphone. Rischiano inoltre la reclusione fino ad otto anni e una multa di 25 mila euro.