Ancora un femminicidio in Sicilia. Un uomo ha ucciso la moglie e ha confessato tutto ai carabinieri.

Le aveva dato appuntamento per discutere della separazione ma si è presentato armato, e ha fatto fuoco uccidendo la moglie.

Questa la prima ricostruzione del delitto avvenuto questa mattina a Catenanuova (Enna) dove Filippo Marraro, 51 anni, titolare di un autolavaggio ha sparato alla moglie Loredana Calì, 43 anni, uccidendola.

L’omicidio nelle campagne dell’Ennese, davanti alla casa dei genitori di lei. Poco prima che la signora andasse a lavorare, era impiegata in uno studio, l’ex marito è andato a prenderla sotto casa, dove convivevano con i due figli. Insieme in auto, secondo le indagini dei carabinieri coordinate dal comandante provinciale Saverio Lombardi, il marito le ha sparato due colpi di pistola al petto. La signora è morta subito.

Marraro si è presentato in caserma dicendo: “Ho ucciso mia moglie. Aveva altri uomini”.La coppia aveva due figli adolescenti. Si erano sposati una quindicina di anni fa, dopo un divorzio di Marraro dalla prima moglie, dalla quale ha avuto un figlio. I due erano in fase di separazione.

“La vendetta un piatto freddo, più è freddo e più si gusta”, ha scritto sul proprio profilo Facebook Filippo Marraro. Sul profilo social, nella colonna di presentazione, Marraro ha anche scritto di essere “vedovo” e “disoccupato ben organizzato”.