In Georgia, negli Stati Uniti d’America, un bambino di cinque anni, Noah Woods, stava dormendo nella sua stanzetta quando è stato svegliato dalle fiamme. Il piccolo non si è fatto prendere dal panico e ha salvato tutta la sua famiglia.   Come riportato dalla CNN, il bambino è stato nominato pompiere onorario e oggi, venerdì 14 febbraio, riceverà un premio davvero particolare per il suo atto di eroismo.

Andiamo ai fatti. Noah, uno degli otto membri di una famiglia che vive nella Contea di Bartow, in Georgia, domenica scorsa si è svegliato a causa del fumo e delle fiamme che si erano propagate all’interno della sua camera dove dormiva anche la sorella di due anni.

Noah è saltato giù dal letto, ha afferrato la sorella ed è uscito di casa tramite l’unica possibilità disponibile: una finestra. Il bambino, però, messa in salvo la sorella, è rientrato in casa per portare fuori anche il cane di famiglia. Dopodiché Noah si è diretto di corsa dallo zio, che abita nei paraggi, e ha chiesto aiuto. Un’azione che ha permesso così anche di avvisare il resto della famiglia, salvandoli tutti.

Dwayne Jamison, capo dei vigili del fuoco della Contea di Bartow, ha spiegato alla CNN che l’inciendio è stato provocato da una presa elettrica sovraccarica nella stanzetta di Noah. Quando sono arrivati sul posto i soccorsi, il personale si è preso cura del bambino e degli altri suoi familiari che hanno riportato ustioni lievi.

Il nonno del bambino, David Woods, in un post pubblicato su GoFundMe per raccogliere soldi per ricostruire la casa, ha scritto: «Grazie a Dio, tutti e nove i nostri cari sono usciti dalla casa. Se non fosse stato per Noah, oggi non saremmo qui».

Per Noah, quindi, non solo il riconoscimento da parte dei vigili del fuoco come pompiere onorario ma anche un premio salvavita che, di solito, è riservato ai soccorritori professionisti. Anche il governatore della Georgia, Brian Kemp, si è congratulato con il bambino – eroe con una lettera.

E chissà, magari Noah sa già cosa vorrà diventare da grande…