Ieri pomeriggio, martedì 8 febbraio, i carabinieri della Stazione di Avellino hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura coercitiva degli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Avellino su richiesta di questa Procura, nei confronti di un 54enne di Terzigno (Napoli), gravemente indiziato dei reati di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

L’attività investigativa, avviata nel novembre del 2020, trae origine da alcune denunce di furto di borse e portafogli, asportati dall’interno di autovetture lasciate in sosta nei pressi del cimitero di Avellino, con successivi prelievi fraudolenti effettuati con i bancomat rinvenuti tra la refurtiva.

Le indagini si sono svolte anche con l’acquisizione delle immagini di videosorveglianza installati presso gli sportelli bancomat che hanno consentito l’individuazione del presunto responsabile.

L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito è stata firmata dal Gip del tribunale di Avellino su richiesta del procuratore capo, Domenico Airoma.