Amelia Elce stava tornando a casa a Mansfield, in Inghilterra, quando un’auto che proveniva dalla parte sbagliata della strada le si è schiantata addosso. La donna, nonostante un impatto terribile, è riuscita a sopravvivere e la figlia Isabelle – 8 anni – è stata così sconvolta dall’incidente che ha deciso di scrivere una lettera indirizzata a Tomasz Niedziela, arrestato perché si era messo alla guida dopo avere bevuto molto.

Nella lettera c’è scritto: «All’uomo che ha bevuto alcolici quella notte. Hai quasi ucciso la mia mamma! È andata in ospedale con il sangue che le usciva dalla testa e quasi non avevo più una mamma. Quindi, per favore, non farlo mai più. Grazie da Isabelle». Poche e semplici parole che, una volta condivise su Facebook, hanno fatto il giro del mondo.

Quel che resta dell’auto guidata dalla mamma della bambina.

Amelia ha raccontato alla stampa locale che quando la bambina «ci ha presentato la sua lettera eravamo tutti scioccati. Ci ha chiesto se potevamo inviarla all’autista, ma le abbiamo detto che, anche se non le fosse stata recapitata, se una persona qualunque avesse letto le sue parole su Facebook, avrebbe potuto  avere il merito di farlo riflettere un bel po’ prima di bere e guidare».

«Spero solo – ha aggiunto la donna – che Niedziela si renda conto dell’impatto enorme che le sue azioni hanno avuto su di me e sulla mia famiglia e che, condividendo questa mia storia, le persone possano pensarci due volte prima di mettersi al volante dopo aver bevuto».

Dalla data dell’incidente – 21 settembre di quest’anno – Amelia non si è messa più alla guida e ora si sta sottoponendo a sessioni di fisioterapia per rimettersi in forma e a sedute psicologiche per superare il trauma dell’incidente.

Niedziela, 35 anni, è stato condannato dalla corte dei magistrati di Mansfield giovedì 12 dicembre: gli è stato imposto un divieto di guida per 20 mesi, di pagare una multa di 590 sterline (quasi 700 euro) e di risarcire la vittima.

L’ispettrice capo Claire Rukas, della polizia del Nottinghamshire, ha dichiarato: «La lettera di Isabelle evidenzia quanto possa essere dannosa la guida sotto l’effetto di alcol. La piccola avrebbe potuto perdere la mamma a causa delle azioni sconsiderate di Niedziela. Spero che Isabelle e la sua famiglia continuino a riprendersi da questo incidente traumatico e, per conto della polizia dell Nottinghamshire, auguro a tutti loro un buon Natale e un felice anno nuovo».

«Guidare mentre si è sotto l’effetto di bevande o droghe rappresenta un pericolo e a Natale i rischi sono ancora più frequenti per via delle notti più buie e del maltempo», ha aggiunto.

Articoli correlati