È salito a dieci il bilancio delle vittime in Italia per il coronavirus. Lo ha annunciato, in una conferenza stampa il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borelli. Nelle ultime ore, infatti, ci sono stati tre decessi, tutti in Lombardia.

Le tre vittime sono un 84enne di Nembro, in provincia di Bergamo, un uomo di 91 anno di San Fiorano e una donna di 83 anni di Codogno, entrambi in provincia di Lodi.

«Il dato complessivo delle persone contagiate è 322 unità, e il totale dei deceduti, che sono compresi nel numero totale di 322, sono 10, e abbiamo sempre la persona guarita, ovvero il ricercatore dimesso dallo Spallanzani»: ha detto Borrelli, facendo l’ultimo bilancio dell’emergenza Coronavirus. L’incremento rispetto al punto stampa delle 12 è di 39 unità.

Borrelli, parlando dei tre decessi, ha affermato: «Parliamo di una popolazione adulta e questo dimostra, anche dalla statistica dei decessi, come si confermi il fatto che questa patologia colpisce prevalentemente, in termini di mortalità, persone di una certa età».

Il governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a proposito dei decessi, intervistato da SkyTg24, ha detto che «avevano tutti patologie importanti». E ha aggiunto: «Abbiamo lasciato che si pronunciasse l’Iss (l’Istituto Superiore per la Sanità, n.d.r.) per capire in quali episodi il virus è stato determinante, in quali concorrente, in quali non ha avuto parte».