Il miliardario Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, è decollato dal deserto del Texas, Stati Uniti d’America, a bordo del veicolo News Shepard, per il primo volo suborbitale con equipaggio.

È stato accompagnato dal fratello Mark, dall’82enne ex pilota Wally Funk, pioniere della corsa allo spazio, e da uno studente di 18 anni, Oliver Daemen.

La navicella New Shepard, realizzata dalla società Blue Origin di Bezos, è progettata per il mercato del turismo spaziale. I passeggeri, quindi, comprendono la persona più anziana mai stata nella spazio e la più giovane.

Il veicolo spaziale è decollato alle 14:12 ora locale, da un sito di lancio privato vicino a Van Horn. Il volo, inoltre, è partito nel giorno del 52° anniversario dell’allunaggio dell’Apollo 11 e segue di nove giorni quello di Richard Branson con la Virgin Galactic.

Si sono poi ascoltate urla di felicità dalla capsula New Shepard dopo che Jeff Bezos e i suoi tre compagni di viaggio hanno superato la linea di Karman che delimita il confine tra atmosfera e spazio.

I quattro passeggeri sono partiti 11 minuti dopo il previsto da una struttura dell’azienda situata in Texas. Il nuovo Shepard è progettato per accelerare fino a tre volte la velocità del suono. Dopo pochi minuti nello spazio, la capsula con i membri dell’equipaggio e i tre passeggeri è atterrata nell’area di decollo.

Con i suoi tre paracaduti correttamente dispiegati, infatti, è atterrata come da programma nel deserto texano la capsula, che ha così completato con successo il suo primo volo suborbitale con equipaggio.

Il volo, in totale, è durato 10 minuti.