Altra bufera su Sanremo. Non sul Festival bensì su L’Altro Festival, ovvero il programma che andrà in onda dopo che ogni sera sarà calato il sipario sul palco dell’Ariston. Sui social media, infatti, la showgirl Elisabetta Gregoraci ha scritto: «A malincuore, vi informo che ho appena saputo ‘a cose fatte’, che non farò parte del cast de L’Altro festival così come annunciato dai media e come da accordo che mi aveva ufficializzato la Rai».

«Il motivo? Ve lo spiego – ha aggiunto -: il signor Nicola Savino con cui avrei dovuto co-condurre il format, ha imposto la sua volontà e ottenuto con forza e prepotenza, la mia esclusione, adducendo motivi inesistenti, pretestuosi e strumentali, tra i quali (affermazione pronunciata nel corso di una nostra conversazione telefonica privata e che mi ha molto ferito) la presunta appartenenza politica alla destra del mio ex marito (Flavio Briatore, n.dr.), in quanto all’interno del format avrebbe già incluso comici sostenitori di sinistra».

«Sono basita e profondamente scossa per quanto accaduto – ha continuato la Gregoraci – anche perché non ho avuto la possibilità di difendermi poiché è stato fatto tutto alla mie spalle e sono stata trattata come nessuno debba mai essere trattato, calpestando la mia dignità di donna e di professionista».

«Ho riflettuto bene se fosse il caso o meno di rendere pubblica questa vicenda – ha concluso la Gregoraci -; ma alla fine ha prevalso il desiderio di verità perché è giusto che il pubblico che mi segue da anni sappia tutto e, soprattutto, perché in questo momento più che mai ho bisogno del vostro sostegno».

LE REAZIONI DELLA POLITICA

Essendo una polemica tinta di politica, sono state varie le reazioni. Paolo Tiramani, capogruppo della Lega in commissione di Vigilanza Rai, ha affermato sui social: «Se davvero Elisabetta Gregoraci è stata esclusa da Sanremo solo perché di ‘destra’ non va bene. È tornata tele Kabul? Credo che bisognerà parlarne in commissione di vigilanza!».

In una nota, poi, Giorgio Mulé di Forza Italia, nonché capogruppo in commissione Vigilianza Rai, ha scritto: «Dopo essersi occupato di Rula Jebreal con tanta solerzia a proposito della sua partecipazione a Sanremo, sarà il caso che l’amministratore delegato della Rai butti velocemente un occhio su quello che viene denunciato come un caso di discriminazione artistica e politica al danni di Elisabetta Gregoraci». «La showgirl – ha aggiunto Mulè – lamenta di essere stata esclusa dal programma ‘L’altro Festival’ all’ultimo minuto con motivazioni assai poco chiare. La sua ‘colpa’ pare essere quella di aver sposato Flavio Briatore, colpevole a sua volta di essere di simpatie politiche non di sinistra. Con l’aggravante, racconta la Gregoraci, che il conduttore Nicola Savino non avrebbe gradito la sua partecipazione perché sgradita a comici ‘di sinistra’. Siccome tutta questa vicenda appare tragicamente ridicola bene farà il dottor Salini a informarsi immediatamente e dare spiegazioni».

IL COMMENTO DI AMADEUS

Contattato da Adnkronos, il direttore artistico di Sanremo, Amadeus, ha affermato: «Io non ho mai sentito in questi mesi Elisabetta Gregoraci. E Nicola Savino ha piena autonomia sulla scelta del cast all’interno dell’Altro Festival. Io ho scelto lui e gli ho consegnato in qualche modo le chiavi di casa. Mi fido e so che farà un lavoro fatto bene. A tutti quelli che non ci saranno, voglio ricordare che la vita è fatta anche di no. E con tutto il rispetto per Elisabetta, il fatto che oggi sia tutto urlato sui social non aiuta. Andrebbero rispettati i no come i sì».

«Io de ‘L’Altro Festival – ha aggiunto – non mi occupo direttamente. Ho chiesto a Nicola Savino che fosse un luogo dedicato al racconto del festival fatto sul web, sui social, con un linguaggio nuovo. Credo abbia scelto un cast funzionale a questo tipo di racconto».