E’ morto travolto da un’automobile il pm Marcello Musso. Il magistrato è stato vittima di un incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio in Piemonte, dove si trovava in vacanza.

Il pm Musso, 67 anni, secondo le prime ricostruzioni si trovava in sella alla sua bicicletta quando nei pressi di un incrocio sarebbe stato investito da un’utilitaria. Il conducente dell’auto si è fermato ma per il giudice non c’è stato nulla da fare. Sul posto è giunta anche una squadra sanitaria in elisoccorso. L’automobilista che ha investito il pm piemontese è stato sottoposto all’alcoltest, il cui esito è apparso negativo.

Il giudice Marcello Musso è un personaggio molto noto in Sicilia, per le sue battaglie contro la mafia corleonese tanto che riuscì a far condannare al carcere a vita Totò Riina. Trasferitosi a Milano continuò la sua lotta alla mafia trovando i nomi a mandanti e esecutori di una decina di omicidi che insanguinarono la città negli anni Ottanta. Faide e regolamenti di conti per storie di droga, di soldi, di sequestri che confluivano nell’enorme potere che la mafia dei corleonesi ha esercitato nelle periferie e nel cuore economico e politico della città.