Ha vinto il Premio Lunezia per le nuove proposte all’ultimo Festival di Sanremo con Nel Bene e Nel Male ed ora presenta il suo nuovo album Figli delle Favole, già in commercio. Matteo Faustini è un cantautore bresciano, classe ’94, che ha deciso di passare dall’essere un membro del coro della Scala di Milano al diventare un cantante, portando avanti senza paura i propri testi e le proprie emozioni.

Il cantante bresciano, mercoledì 19 febbraio, ha incontrato i fan alla Feltrinelli di Palermo per il firma copie del nuovo album Figli delle Favole ( distribuito dalla Warner Music Italia), uscito il 7 febbraio durante la kermesse sanremese. Durante l’incontro si è esibito live al pianoforte presentando alcune canzoni del disco e anche il brano Nel bene e Nel Male portato in gara a Sanremo.

“Arrivato a 18 anni mi sono chiesto se facevo musica per necessità o perché mi esce bene – ha detto Matteo – il mio spazio potevo colmarlo con altre cose, stava a me scegliere come e lì mi sono dato una risposta: ok lo faccio perché ne ho bisogno, non perché mi esce bene”.

“Se avete un sogno inseguitelo solo se ne avete davvero bisogno, perché se vi esce bene una cosa o gli altri vi fanno i complimenti ma voi non avete necessità di quella cosa poi la soffrite”, ha continuato Faustini rivolgendosi ai ragazzi presenti all’evento.

Per la forte esigenza di dovere comunicare attraverso la musica, Matteo si è messo al piano non avendolo mai studiato: “So fare veramente quattro accordi, sono più bravo con la voce. Per creare una canzone mi metto al piano e cerco accordi a caso, finché non sento il suono che voglio e poi comincio a “vomitarci sopra”.

Matteo, infatti, la musica la usa per comunicare i suoi stati d’animo più struggenti: “Quando sono felice, ragazzi, esco, c’è il sole e si gioca, vado a mangiare sushi, non sto in pigiama a struggermi. Io la musica la uso, le voglio bene e per me è un mezzo per tirare fuori le cose”.

Matteo Faustini sarà in Sicilia per due speciali appuntamenti del suo instore tour: dopo Palermo il prossimo incontro sarà per il firma copie sarà il 20 febbraio alla Feltrinelli di Catania alle 18,00.