L’Università di Palermo dà il via alla “La Notte Europea dei Ricercatori” che per la prima volta si svolgerà al Complesso Monumentale dello Steri, attuale sede del Rettorato. Venerdì 27 settembre, dalle 19 alle 24, la manifestazione si svolgerà nella Sala delle Verifiche, nella chiesa di S. Antonio Abate, nel cortile dello Steri, nella Sala delle Armi, negli spazi esterni del Complesso e nella buvette del Palazzetto neoclassico.

E tante solo le attività previste anche in altre sedi del Sistema Museale di Ateneo palermitano, tra cui il Museo di Zoologia “P. Doderlein”, il Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi, e ai Cantieri Culturali alla Zisa, con un programma di circa 70 attività dimostrative, interattive, mostre, seminari, discussioni, concerti, spettacoli di chimica organizzate col coinvolgimento di circa 200 ricercatori.

La Notte Europea dei Ricercatori si svolgerà simultaneamente in 11 città italiane (Ancona, Cagliari, Catania, L’Aquila, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia, Trieste) per raccontare la passione, le scoperte e le sfide dei ricercatori di tutta Europa attraverso mostre, spettacoli, concerti, giochi, conferenze e iniziative rivolte al grande pubblico.

Sharper, è un progetto europeo cofinanziato dalla Commissione Europea, ha l’obiettivo di coinvolgere tutti i cittadini nella scoperta del mestiere di ricercatore e del ruolo che questo svolge nel costruire il futuro della società attraverso l’indagine del mondo basata sui fatti, le osservazioni e l’abilità nell’adattarsi e interpretare contesti sociali e culturali sempre più complessi e in continua evoluzione. Clicca qui per scaricare il programma