E’ allarme per la diffusione delle droghe tra i minorenni. Un uso che si inizia a diffondere anche tra i giovanissimi di appena 13 anni.

Nei primi sei mesi dell’anno la prefettura di Palermo ha segnalato 95 minori per uso di stupefacenti. Nel 2018 erano stati 180. Nel 2017 267.

E questa mattina il prefetto di Palermo Antonella De Miro ha organizzato un incontro a cui hanno preso parte i dirigenti, insegnanti e i rappresentati di tutte le scuole palermitane.

“Un modo per iniziare una collaborazione tra la prefettura e le scuole sul tema della diffusione delle droghe – ha detto il prefetto – Nel 2019 abbiamo segnalato un ragazzo di 13 anni e dal nostro osservatorio notiamo che si vanno sempre più diffondendo i nuovi stupefacenti. L’incontro  ha lo scopo di dare ai docenti gli strumenti per cogliere i segnali di disagio degli alunni e il mondo delle nuove droghe”.

E’ quanto ha confermato nel suo intervento Francesca Di Gaudio , direttrice  del centro regionale di riferimento per la farmacologia del Policlinico Paolo Giaccone.

“Le droghe ormai si fumano attraverso le sigarette elettroniche o i narghilè. E’ possibile acquistarle online o negli smartshop, – ha aggiunto la dottoressa – ma spesso contengono elementi stupefacenti che i nostri laboratori di primo livello non riescono a intercettare. Per questo è importante affidarsi a centri di secondo livello. In Sicilia ne esistono due, uno a Palermo e uno a Catania”.

Poi ha dato un consiglio ai genitori se sospettano che il figlio faccia uso di stupefacenti.

“Bisogna fare analizzare i capelli che stanno nella zona della nuca – aggiunge la dottoressa – da qui ci si rende conto sei nostri ragazzi fanno uso abituale di droghe”.

Nel corso dell’incontro sono stati forniti anche i dati sulla diffusione delle droghe a Palermo. Nei primi sei mesi del 2019 sono stati segnalati alla prefettura 1556 assuntori di droga. Le sanzioni emesse sono state 252. I segnalati per la prima volta ammontano a 760, di cui 95 minori e 53 stranieri. Nel 2018 le segnalazioni totali sono stati 3183.

Le sanzioni emesse 414. I segnalati per la prima volta 1564 di questi 180 minorenni e 158 stranieri. Infine del 2017 le segnalazioni totali sono state 2713, le sanzioni emesse 401. I segnalati per la prima volta 1721 di cui 267 minorenni e 97 stranieri.

Aumentano anche le patenti ritirate perché gli automobilisti sono stati sopresi alla guida  dopo aver fatto uso alcol  o droghe: nel 2017 sono state 890, nel 2018 salgono a 942, nei primi sei mesi del 2019 siamo già a quota 535.